mercoledì 14 dicembre 2016

Riso Soffiato Croccante o il Jhal Muri

Mi piace sgranocchiare qualcosa mentre guardo un bel film e anche quando sono immerso nella lettura di un giallo coinvolgente. Dalla grandezza dei contenitori di popcorn venduti nei cinema penso che non sono unico che sente il richiamo di qualcosa di croccante mentre il cervello si perde nel piacere delle fantasie. L'unico problema è la girovita che continua a crescere e fa da cattivo in questa storia dei piaceri.

Non esiste qualcosa di poco calorico e dietetico per questo?

Mio cognato è convinto che il suo Jhaal Muri sia la risposta giusta a questa domanda. Personalmente penso che il Jhaal Muri non è dietetico, le sue calorie dipenderanno dagli ingredienti usati nella sua preparazione. Comunque, forse è più nutriente delle patatine fritte e può essere utile per cambiare i gusti ogni tanto.


"Muri" significa riso soffiato e il "Jhaal Muri" è uno snack a base di riso soffiato molto popolare nel nord-est dell'India, dove si trovano anche i negozi che vendono solo questo piatto. La sua preparazione è semplice e le possibilità per sperimentare variazioni della sua ricetta sono molte. La ricetta che presento qui è quella di mio cognato Arun.

Ingredienti: Riso soffiato, noce di cocco tagliato a fette sottili, noccioline, foglie di Curri, olio e sale (potete anche aggiungere pepe nero e/o peperoncino se lo volete piccante)

Preparazione: Scaldate un C di olio in una padella e arrostite leggermente le fette di cocco, tirateli fuori, asciugate e teneteli da parte.


Aggiungete un po' di olio alla padella se necessario e arrostite le noccioline insieme alle foglie di Curri e un po' di sale secondo i vostri gusti. Quando le noccioline sono arrostite, aggiungete il riso soffiato, fette di cocco tenute da parte e mescolate il tutto per circa 5 minuti. Aggiungete altro sale se necessario. E' pronto il Jhaal Muri.


Potete conservare questo Jhaal Muri in una scatola per qualche giorno nell'attesa di guardare un bel film.

Variazioni: Ho visto moltissime variazioni di Jhaal muri. Quelle più comuni sono con diverse verdure tagliate a pezzettini piccoli come cipolla, cipolline, cetrioli, pomodori, patate lesse, peperoni, ecc. La verdura può essere cruda se vi piace, altrimenti potete friggerla secondo i vostri gusti.


Potete anche aggiungere altre cose come mandorle e uva secca. In Italia, non è facile trovare le foglie fresche di Curri, potete usare prezzemolo o menta al suo posto.

Buona visione del vostro film con il Jhal Muri!



***

2 commenti:

  1. La Curcuma Longa, o kurkuma, è una pianta erbacea perenne che vive in climi tropicali, è originaria dell’Asia meridionale. E’ un ingrediente fondamentale del Curry ed ha un elevato contenuto di vitamina C.
    Le proprietà e gli studi
    La curcuma viene oggi annoverata tra gli alimenti antitumorali più significativi.In particolare è stato studiato l’effetto della curcumina, contenuta nella quantità di circa il 3% nella polvere di curcuma. la curcumina rappresenta una delle molecole vegetali più studiate per le potenziali proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e chemopreventive nei confronti di diversi tipi di cancro.

    Anticancro
    Numerosi studi scientifici dimostrano che la curcumina pura biodisponibile esercita un’azione preventiva particolare contro il cancro al colon e alla prostata: sulla rivista Cancer Prevention Research è stato recentemente pubblicato uno studio riguardante le proprietà anticancerogene della curcuma, condotto dall’università di Lousville (Usa) ha dimostrato che, nella cura del cancro al seno, la curcumina è in grado di ridurre le dimensioni del tumore negli animali da laboratorio e di rallentare la riproduzione delle cellule cancerogene. Risultati analoghi sono stati raggiunti da un gruppo di ricercatori del New Jersey in merito all’impiego di questa spezia nella cura del tumore alla prostata.Numerosi studi scientifici dimostrano che la curcumina esercita un’azione preventiva particolare contro diversi tipi di cancro.

    Antinfiammatoria
    La curcumina si è rivelata particolarmente utile per la sua attività antinfiammatoria, perfettamente sovrapponibile a quella di farmaci come il cortisone. Ad alte dosi la curcumina sembra stimolare i surreni a secernere più cortisone, esplicando quindi anche una potente azione antinfiammatoria indiretta.La curcuma si è dimostrata un potente antinfiammatorio, senza avere gli effetti collateralidei farmaci steroidi, come il cortisone.

    Antibatterica e antivirale
    La curcuma pura biodisponibile esercita un’azione antibatterica e antivirale.Tra le ricerche attestanti le qualità antinfettive di questa spezia c’è uno studio che ha dimostrato come estratti di curcuma impediscano la replicazione del virus dell’epatite. Secondo altre evidenze, la curcumina contenuta nella curcuma è in grado di migliorare il trattamento di infezioni batteriche antibioticoresistenti, come quelle da Staphylococcus aureus. E’ inoltre un ottimo aiuto contro i disturbi da raffreddamento.curcuma rizoma.In caso di infiammazioni, la Curcuma è efficace soprattutto se associata alla Bromellina, che è un estratto del frutto dell’ananas.

    Antidepressiva
    La curcuma è un antidepressivo naturale. Uno studio sulla sicurezza e sull’efficacia della curcumina nella depressione maggiore ha verificato che l’assunzione di 1.000 milligrammi al giorno di questo principio attivo allevia le manifestazioni depressive con efficacia paragonabile a quella della fluoxetina, uno degli psicofarmaci più utilizzati in queste circostanze.
    sorriso felicitàLa curcuma è un antidepressivo naturale: la sua efficacia paragonabile a quella della fluoxetina, uno degli psicofarmaci più utilizzati.
    Curcuma: dosaggio consigliato
    Dosaggio consigliato: 400-500 milligrammi da una a tre volte al giorno.
    curcuma integratori
    Affinché si esplichino al meglio le proprietà della curcuma è necessario ricorrere a integratori alimentari, privilegiando le capsule di estratto secco titolato e standardizzato in curcuminoidi almeno al 90%.
    Link: https://www.farmajet.it/49474_CURCUMA-PURA-BIODISPONIBILE--INTEGRATORE-PER-LA-FUNZIONE-DIGESTIVA-ED-EPATICA--50-CAPSULE-DA-035-G.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Piergiorgio. Personalmente penso che le sostanze create dalla natura hanno diversi elementi bilanciati tra di loro e in generale dovrebbero essere assunti nella forma integrale. Per cui, preferisco prendere polvere di curcuma integrale invece di integratori nelle capsule. In India, si possono comprare le radici di curcuma che si mangiano curde con uno spruzzo di limone.

      Elimina

Grazie in anticipo per il commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...